GLI OCCHI DELL'ARTISTA - Maristella Cescutti, 2015

Laser di luce azzurra che fendono e percorrono il tempo unendosi in un vortice che avvolge ogni cosa, che sia un filare di viti, una spiaggia, una laguna , un intreccio di vimini oppure la parte lisa di un oggetto senza storia, non importa.

Sono gli occhi di Dario Delpin che spiccano nella geografia del volto e accolgono nel loro profondo azzurro tutto ciò che li circonda.

Metabolizzano un particolare, un colore, una forma, un ombra immersa o sommersa, uno squarcio, un volo.

Questa elaborazione non è stata intaccata né alterata dal tempo.

Era cosi nel 1979 quando ho conosciuto l’artista e ancora oggi , nel suo costante rinnovamento, è così.

Dario “macina “ con il suo sguardo e “trasforma” con la sua anima qualsiasi cosa.

La sua curiosità artistica è sempre stata negli anni fresca e leggera.

L’immagine del “ragazzo di Versa” con l’inflessione elegante della sua “erre”, con il suo incedere particolare che chiede di esporre a Udine i suoi primi acquarelli, da 40 anni circa a questa parte non è sbiadita.

L’entusiasmo è intatto, la ricerca, maturata ed evoluta, è umile nel suo avanzare.

L’uomo di oggi non nasconde il giovane di ieri.

La naturalezza con cui Dario disegna, incide, dipinge e progetta, affascina e sorprende, sempre.

Evidente la simbiosi, intima e spirituale, con il soggetto rappresentato come è evidente il messaggio che le sue opere trasmettono entrando nel cuore, mio, e di tantissima gente che in questi anni ha potuto ammirare, non solo a Udine.

I lavori di Dario Delpin sono nel tempo, ricordati.

Questo è il vero successo dell’artista di Versa.

Udine , novembre 2015 

 


 



Fotogallery


Pagine correlate


© 2013 Delpin Design s.a.s. di Dario Delpin & C. | P.iva IT00556780310
Tutte le immagini e i marchi presenti in questo sito sono di proprietà e coperti da diritto d'autore


project Crisalide design studio